venerdì 26 aprile 2013

Torrent - Singe perfect collection


In attesa della pubblicazione delle foto del bartop finalmente ultimato, vi propongo un pacchetto con il SINGE al completo.
Ho creato personalmente questo pacchetto perche' in giro non si trovava niente di utile, e siccome per generare i giochi funzionanti e' richiesta non solo una procedura di scarico ma anche di conversione, ho semplificato il tutto mettendo in share la mia cartella completa di tutto.
Basta semplicemente estrarla lasciando inalterate le cartelle.

Cosa include questo pacchetto:






Giochi:


Crime Patrol
Drug Wars
Who Shot Johnny Rock?
The Last Bounty Hunter
Mad Dog McCree
Mad Dog II
Space Pirates
Hologram Time Traveler

Hologram Time Traveler  RED/BLUE version
EXTRA Ninja Hayate
EXTRA Time Gal

Singe version 1.14

Dettagli:

Dimensione file 17 Gb

Formato .zip
Già configurati e convertiti, estrai e gioca!



Come utilizzare in Hyperspin ultima versione Moduli:

Controllare il percorso dei framefile .txt e dei .singe che corrisponda

- Scaricare il modulo relativo
- Collegare con HyperHQ: 
    percorso a emulatore daphne.exe del singe
    cartella dove sono sistemati i file .singe
    estensione singe

Fare il test con Hyperlaunch

ISTANT DVD BACKUP SHIPPING

DONATION MINIMUN REQUEST 8 EURO

PACCHETTO COMPLETO DI RIPRISTINO BACKUP SU DVD
DONAZIONE MINIMA 8 EURO

After donation send me your address for shipping.
Dopo la donazione inviatemi la vostra mail per la spedizione.

mercoledì 17 aprile 2013

Bartop - Plancia

Finalmente ho ultimato la plancia...non senza i soliti problemi in fare di lavorazione.
Partiamo con l'installazione del mio minipac.


Il minipac non e' altro che un controller per la gestione dei input formato ridotto della famiglia ULTIMARC.
Io ho preso questo perche' era presente (come detto in precedenza) nel pacchetto da me acquistato su ARCADEWORLD.UK.
Il minipac viene dotato di un cavo comune in serie da collegare ai GND e tutta una serie di cavi gia' crimpati da collegare ai morsetti dei nostri switch.


Questa è anche la comodità di questo minipac, che se ci troviamo non molto avvezzi o con voglia a crimpare cavetti (o saldarli), questo kit ci viene incontro dandoci una mano notevole sia per questioni di tempo che di comodità nel lavorare.

Scarichiamoci il software dedicato per visualizzare i nostri tasti premuti e permettere in un secondo tempo di riprogrammare i tasti in base alle nostre esigenze.

RICORDARSI DI INSTALLARE IL PROGRAMMA IN MODALIA' AMMINISTRATORE...POTREBBERO SORGERE PROBLEMI DI PROGRAMMAZIONE TASTI

Io consiglio prima di effettuare tutti i collegamenti con gli switches di utilizzare un cavetto NERO di massa e fare il test con tutti gli altri switches di modo da mappare esattamente i tasti e vedere a cosa corrispondono.


Come vedete solo un lato è adibito ai contatti per joy e pulsanti, l'altro lato è da utilizzare con un cavo venduto separatamente per collegare eventuali trackball oppure spinner.
Quando mapperete i contatti, noterete che ad ogni contatto corrisponde una lettera, invece ad altri corrispondo pressini di CONTROL oppure SHIFT; io per il momento vi consiglio di tenere esclusivamente solo quelli con le lettere o simboli e soprattutto vedere che non ci siano eventuali doppioni (può capitare), saltando dalla futura configurazione anche quelli.

Io consiglio di saldare il GND o massa...e non di utilizzare il cavo lungo già presente, a me il cavo aveva dei problemi verso metà creando dei falsi contatti, cmq testate anche quello.


Ecco come devono essere connessi i nostri switches; ossia il piedino piegato e il GND o neutro, invece il primo piedino al di sotto (normalmente aperto), va collegato a uno dei cavetti in uscita dal MINIPAC (precedentemente selezionato).


Ecco la mia cablatura del neutro in questa foto (utilizzando il cavo nero in dotazione, poi sostituito dalla saldatura)

In questo modo siamo in grado di assegnare un valore a ogni tasto (compreso i movimenti del joy), e pronti per settarli sui nostri emulatori e font-end.
Prima di fare ciò avviamo la nostra utility precedentemente scaricata e assicuriamoci che non ci siano contatti assegnati doppi oppure non rilevati.
A me era capitato che un contatto in fase di test rilevava LEFT SHIFT e un'altro RIGHT SHIFT, potrebbe anche andare bene, pero' in fase di assegnazione sul mame risultava LEFT RIGHT SHIFT e RIGHT SHIFT; cioè quando muovevo una leva il mame rileva un doppio contatto che andava in conflitto con un pulsante.
Questo non era rilevato dall'applicazione ma solo sul mame!
Ho dovuto riassegnare con un'altro cavetto, un'altra lettera che non fosse uno SHIFT o CONTROL risolvendo il problema!

Procedete con scrupolo cosi' avrete contatti univoci e nessun problema sugli emulatori!

Ok ora la plancia ha iniziato a funzionare, prendendo forma anche esteticamente! tutto puo' essere montato tramite la cerniera sottostante.





martedì 9 aprile 2013

Bartop - Installazione Hardware

L'Hardware da me selezionato comprendeva (per info dettagliate vi rimando a vari post fà!):

- Scheda madre mini ATX
- Controller USB esterno
- Amplificatore
- Ipac
- Alimentatore PSU
- Monitor

La mia disposizione dei pezzi si era sviluppata in maniera molto simmetrica...nel modo piu' piacevole possibile, ma questo ha dovuto espormi molto alla mancanza di spazio all'interno del mobile!
Infatti, se vi ricordate le prime immagini del retro, ho posizionato l'amplificatore e il controller in una posizione centrale...dovendo gestire altri componenti piu' grossi, come la PSU, di lato o nell'immediato retro!

Infatti la PSU è stato il mio primo problema, non potevo tenerla nel case suo; perchè troppo alta (andava a toccare la base del monitor), e troppo voluminosa (andava a toccare il lato dell'amplificatore); quindi ho dovuto aprirla e mantenere la circuiteria a vista installandola di latoin maniera da incastrarla in modo adeguato.


In questa foto di insieme possiamo notare alla nostra destra la PSU smontata, sovrastata dalla ventola che ho deciso di installare per sicurezza; infatti....nonostante sia aperta e sul pannello sia presente una ventola da 14...la mia preoccupazione per un surriscaldamento dei sui componenti era reale.

All'estrema sinistra possiamo vedere il castello con SSD e HD magnetico più capiente, allestiti con dei semplici listelli da PC fissati sul legno.
Un pò problematico è stato il fissaggio dell'SSD, perchè aveva una disposizione diversa delle viti rispetto all'HD classico.


Frontalmente abbiamo la scheda madre e l'IPAC.
La scheda madre non sembra alta, ma siccome bisogna dare un piccolo rialzo con dei piedini e i cavi che vi giungono sono parecchi...il tutto acquistava uno spessore considerevole che poteva andare a cozzare pesantemente nella parte inferiore della plancia (tasti e joy), ho dovuto girarla in molte maniere prima di trovare una soluzione accettabile (quella in foto), ossia una leggera inclinazione verso sinistra di modo da non toccare con la RAM il blocco superiore del joystick player 2....tutti gli altri pulsanti non davano problemi.

La fascia di cavi sulla destra arriva dal'IPAC, che e' un piccolo circuito...che non crea nessun problema di contatto con i pulsanti della plancia, ma deve essere sistemato in una zona relativamente centrale per una questione di lunghezza cavi, infatti i cavi in dotazione hanno una determinata lunghezza che deve coprire anche le estremità del mobile in presenza dei pulsanti flipper.



Le casse le ho fissate con un sistema bulloni a testa tonda, che davano un'aspetto piu' particolare alle splendide casse dell'ALPINE.


Ho usato gli stessi per il fissaggio con la parte superiore della plancia con i Joy e il plexyglass, ma ne parlerò quando mostrerò la plancia comandi.
Ovviamente il buco per i bulloni era già stato fatto in precedenza, ancora prima di applicare la verniciatura sul legno.

Sempre nella parte superiore ho collegato una serie di faretti LED acquistati dall IKEA, si tratta esclusivamente dei faretti bianchi e non come nella foto che sono multicolori, ma il metodo di installazione è lo stesso; un piccolo trasformatore che ho eliminato e collegato direttamente tutto l'impianto di 4 liste di faretti ai 12v del molex.


Per il monitor...enorme, è stato installato correttamente...rimaneva esclusivamente il problema del Bezel (ossia la cornice attorno al monitor).




Come si vede dall'immagine il monitor si aggancia alla struttura tramite una sottile cornice nera, lasciando pero' scoperto i due lati destro e sinistro.
Sopra e sotto invece il monitor si posizionava correttamente (da calcoli precedenti), tra la plancia e la base degli speakers.
Di lato, come detto, lasciava uno spazio di circa 3 cm per lato, e subito mi sono venuto in mente un paio di listelli ad L avanzati di lavorazioni precedenti.


Il PROFILO AD L come in figura di lato 3 cm per 1 cm, era ideale da piazzare a lato del mio monitor, in modo da nascondere tutto quello che si trovava di sotto, l'unico problema era avvitare le viti che si dovevano trovare al di sotto della parte da 3cm.
Il problema è stato risolto facendo prima dei fori nel listello con il trapano e poi i corrispondenti nel legno, successivamente con una vite piccola, alzando il listello gia' piazzato, ho inserito quest'ultima nel foro avvitandola piano piano; la parte del listello lunga mi permetteva di avvitare le viti al di sotto in relativa comodità...quindi anche qui sono riuscito a risolvere la situazione in modo decente....